Centro Universitario di Studi Vittoriani e Edoardiani (CUSVE)

PROGETTI DI RICERCA

GRUPPO DI RICERCA CUSVE-DRC “NEO-VICTORIAN DECADENCE”

Il “Neo-Victorianism” è una categoria estetica che guarda con nostalgia all’età vittoriana, mentre il decadentismo identifica un concetto critico multidisciplinare, che mette a fuoco nozioni coeve di declino e decadenza. La letteratura decadente rivela un forte interesse per le fantasmagorie della storia, trascendendo, però, dalla contingenza storica. Per questo è spesso oggetto di rivisitazioni in chiave neo-vittoriana che offrono una feticizzazione delle iconografie del passato. I testi neo-vittoriani riconfigurano, adattano e campionano la letteratura e la cultura del decadentismo, e in questo senso diventano essi stessi prodotto di pratiche decadenti che rivelano una nuova sensibilità e una forte commistione tra le arti.

Il gruppo di ricerca (stabilito ai sensi dell’art. 3.1.5 della convenzione stipulata tra il CUSVE e il DRC il 31 marzo 2021) si pone come obiettivo lo studio degli asptti multiculturali e multilinguistici del decadentismo così come emergono nelle sue “afterlives” neovittoriane. In tal modo, la ricerca interrogherà altresì la validità delle periodizzazioni convenzionali, così da individuare i prodoromi del neovittorianesimo e le caratteristiche tipiche dei testi letterari neovittoriani. Gli anni Novanta del diciannovesimo secolo sono caratterizzati da una evidente consapevolezza della specificiità del contesto culturale e letterario, che fu oggetto di immediati fenomeni di mitologizzazione e consumo, destinati a perdurare anche in età edoardiana. Concentrandosi sul periodo che va dall’entre-deux-guerres a oggi, e con particolare riferimento ai contesti britannico e italiano, il progetto si propone di ampliare le conoscenze esistenti sulla natura del decadentismo neovittoriano, esplorandone la dimensione cosmopolita e altamente transculturale. 

 

Direttrici della ricerca 

Jane Desmarais (Goldsmiths, University of London)

Anna Enrichetta Soccio (Università degli Studi “G. d’Annunzio” Chieti-Pescara)

 

Membri

Kostas Boyiopoulos (Goldsmiths, University of London)

Alice Condé (Goldsmiths, University of London)

Joseph Thorne (Goldsmiths, University of London)

Enrico Reggiani (Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano)

Richard Ambrosini (Università degli Studi Roma Tre)

Gloria Lauri-Lucente (University of Malta)

Tania Zulli (Università degli Studi “G. d’Annunzio” Chieti-Pescara)

Stefano-Maria Evangelista (University of Oxford)

Elisa Bizzotto (Università IUAV Venezia)

Marco Canani (Università degli Studi “G d’Annunzio” Chieti-Pescara)

Maria Luigia Di Nisio (Università degli Studi “G d’Annunzio Chieti-Pescara)

Francesca D’Alfonso (Università degli Studi del Molise, Campobasso)

Francesca Caraceni (Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano)